call-for-students-spaziviolenti

Visita la pagina facebook Spaziviolenti
Per maggiori informazioni scrivi a spaziviolenti@gmail.com


Nel carcere,
dove le barriere sono nette e tutti i comportamenti
previsti, progettare spazi ambigui, i cui margini sfumano,
consente la realizzazione di ambienti più umani.

Il naturale disorientamento prodotto dagli spazi ambigui
fa sì che le persone diventino abili nel fronteggiare tale
ambiguità, costringe all’improvvisazione.

spaziviolenti

cropped-cropped-cropped-screen-shot-2015-07-02-at-12-03-1812.png


L’edizione 2015/2016 di Spaziviolenti vede il Dipartimento di Architettura e Design (Politecnico di Torino) e il Dipartimento di Giurisprudenza (Università degli Studi di Torino) lavorare nell’ambito della riqualificazione dei luoghi della pena. A questo proposito, un gruppo misto composto da circa 30 studenti ed ex studenti afferenti ai due dipartimenti ha formulato un progetto di riqualificazione di due aree della Casa Circondariale di Torino “Lorusso e Cutugno”.

Dal mese di Ottobre 2014, il gruppo studentesco sta lavorando in concertazione con l’amministrazione penitenziaria e i detenuti, al fine di soddisfare le esigenze di tutti i soggetti coinvolti. Grazie al finanziamento ottenuto partecipando al bando per la progettualità studentesca del Politecnico di Torino, è stato possibile dare inizio ai lavori nel mese di Giugno 2015, conclusi Venerdì 17 Giugno 2016 quando gli spazi sono stati ufficialmente inaugurati. 

DSC05160


La naturale propensione alla modifica degli spazi in cui si vive, coincide con l’umano desiderio di sopravvivenza. L’obiettivo dell’esperienza (in quanto pratica in cerca di consolidamento) è dunque in primis quello di liberare tale propensione dalle sovrastrutture sociali, verso un miglioramento della qualità della vita tramite azioni pratiche.
Se chiunque è in grado di costruire qualcosa quando viene messo nelle condizioni per farlo, si propone un agire che responsabilizzi coloro che quotidianamente abitano quell’ambiente.
Vi è l’intento di praticare un’architettura come narrazione, che accompagni lo sviluppo di pratiche adeguate per la riqualificazione, che in definitiva introduca la cultura dello spazio (dell’abitare lo spazio e del costruirlo e mantenerlo) all’interno del carcere.

Considerando che in contesti di maggiore scarsità vi è una maggiore domanda di progetto, questo agire progettuale si pone in risposta alla marginalizzazione dell’architettura e degli architetti, mettendo al centro la dimensione politica del progetto (come capacità di risolvere problemi insieme), e la sua finalità di strumento di ridistribuzione di diritti e risorse.


prossimi appuntamenti

17 Giugno 2016 (Torino) 
Inaugurazione progetto Spaziviolenti, Casa Circondariale “Lorusso e Cutugno”, Torino, ore 10.00 – ingresso su invito
8 Giugno 2016 (Torino) 
Intervento, dibattito e proiezione del film “Le rose blu” a cura dell’Associazione Sapereplurale presso la Casa di quartiere Vallette, ore 21.15
28 maggio – 27 novembre 2016 (Venezia) 
Esposizione “Willing to built something together. Report from Italian Prisons” presso La Biennale di Architettura di Venezia, evento collaterale Gang City,  Spazio Thetis (Arsenale Nord).– info
18 Marzo 2016 (Torino) 
Inizio attività laboratorio di serigrafia “Mnemosine” all’interno della sezione femminile in collaborazione con: l’artista Fulvio Luparia (coordinamento) e dall’Associazione Sapereplurale. Realizzazione decorazioni per i teli ombreggianti, il lavoro è dedicato alle undici donne morte durante l’incendio scoppiato nella sezione femminile del carcere Le Vallette il 3 giugno 1989. info
21 settembre 2015 (Torino) 
Ciclo di conferenze “about a living laboratory”. Primo appuntamento: “La città come laboratorio: verso un’ integrazione tra territorio ed università”. Intervento – dalle ore 18:00, Centro culturale “Principessa Isabella”, via Verolengo 210, Torino – info
18 Settembre 2015 (Torino)
Concerto MITO, Casa Circondariale “Lorusso e Cutugno”, Area delle Tartarughe, Orario: 12.00
31 Luglio 2015 (Torino) 
Chiusura prima fase di cantiere, Casa Circondariale “Lorusso e Cutugno”
15 Luglio 2015 (Torino) 
Inizio cantiere, Casa Circondariale “Lorusso e Cutugno”
22 Maggio 2015 (Napoli)
Intervento, convegno “Lo spazio e il tempo della detenzione”, organizzato da DiARC_ Dipartimento di architettura.Scuola politecnica delle scienze di base, Federico II Napoli
Novembre 2014 (Torino) 
Costituzione gruppo di lavoro e inizio della fase progettale

info:
spaziviolenti@gmail.com | facebook.com/spaziviolenti | twitter.com/spaziviolenti